Menu

VASARI – VAlorizzazione Smart del patrimonio ARtistico delle città Italiane

 

Obiettivo

VASARI prevede la creazione di una innovativa piattaforma tecnologica che integra e rende accessibili i contenuti culturali, i dati sulle visite e quelli di sensing del contesto e dello spazio fisico di siti e musei per:

  • consentire un accesso unificato al patrimonio artistico;
  • mantenere traccia delle interazioni visitatore-opera;
  • misurare e comprendere le abitudini di fruizione culturale;
  • interpretare i dati provenienti dai sensori per ottenere informazioni di contesto e ambientali.

 

Finalità

Sviluppare servizi totalmente nuovi, sia per i visitatori che per le istituzioni culturali:

  • creare nuove soluzioni volte a rafforzare e ampliare la conoscenza e l’accesso al patrimonio culturale, incentivando la mobilità delle persone a fini culturali creando anche le premesse per lo sviluppo di un’economia territoriale legata ai flussi turistici;
  • creare modelli di conoscenza e strumenti per valutare l’impatto sul consumo culturale;
  • sperimentare modelli di interazione cittadino-opera per favorire lo sviluppo sostenibile dell’economia culturale aperta alle piccole medie imprese;
  • coordinamento ed integrazione con iniziative progettuali che affrontano il tema della accessibilità dei contenuti del patrimonio culturale a pubblici con limitazioni funzionali.

Inoltre, VASARI è una piattaforma aperta per favorire lo sviluppo di servizi da terze parti e per portare l’innovazione ICT presso tutte le istituzioni, anche quelle minori che fino ad oggi sono state escluse dal processo di digitalizzazione.

 

Contesto

Nell’ambito di una sempre più ampia strategia nazionale per la valorizzazione dell’immenso patrimonio artistico-culturale, il progetto VASARI mette a sistema le più recenti innovazioni delle tecnologie digitali per cambiare radicalmente le attività di valorizzazione, fruizione e gestione delle opere d’arte, sia museali che a cielo aperto.

Al centro c’è un cambio di paradigma: costruire un nuovo spazio culturale in cui gli spazi fisici, con il loro patrimonio di opere, sono integrati nello spazio digitale di contenuti e servizi culturali e fra loro interconnessi in una logica multi-sito.

Il visitatore e le opere sono al centro di tale spazio in cui è favorita la conoscenza, la fruizione e la partecipazione da parte di cittadini e turisti, e facilitata la gestione, la valorizzazione e la cooperazione da parte di istituzioni culturali.

 

Ricadute

VASARI intende massimizzare le ricadute sociali ed economiche legate alla valorizzazione del patrimonio artistico: l’opera d’arte diventa un potente aggregatore sociale e il visitatore è coinvolto nel proprio processo di conoscenza che controlla direttamente e continua a sviluppare incrementalmente grazie alla molteplicità di siti e musei interconnessi dalla piattaforma.

La proposta pone enfasi sulla necessità di integrazione fra lo spazio fisico e il corrispondente spazio digitale di ogni museo in netto contrasto con recenti tentativi di costruzione di piattaforme digitali che favoriscono una navigazione passiva dei soli contenuti culturali.

In VASARI, solo attraverso la visita on-site il visitatore ha accesso al vasto ecosistema di servizi e contenuti digitali che incentiva un turismo culturale sul territorio, favorendo dunque lo sviluppo di un’economia territoriale dell’indotto.

Inoltre, la piattaforma VASARI sarà progettata per essere aperta e favorire lo sviluppo di un’economia basata su PMI specializzate nell’offerta di servizi culturali legati al patrimonio del proprio territorio (associazioni, guide, editoria culturale).

 

Partners

  • Santer Reply SpA (capofila)
  • @CULT Srl
  • Databenc S.c.a.r.l
  • Heritage Srl
  • Illogic Srl
  • Officine Rambaldi Srl
  • Risorse Srl
  • Politecnico di Bari (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica CINI)
  • Università degli Studi de L’Aquila (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica CINI)
  • Università degli Studi di Milano
  • Università degli Studi del Molise
  • Università degli Studi di Palermo (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica CINI)
  • Università degli Studi di Salerno
  • Università degli Studi del Sannio (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica CINI)

 

VAI AL SITO

 

PNR 2015-2020: ARS01_00456 | Area di specializzazione: Cultural Heritage

Periodo: Settembre 2018 / Febbraio 2021

News

4 marzo 2019

@CULT | CONVEGNO DELLE STELLINE 2019

  Il mondo delle biblioteche è stato legato per secoli ai contenuti basati sulla forma-libro....

21 settembre 2018

@CULT at 37th ADLUG ANNUAL MEETING

  @CULT, che partecipa all’ADLUG ogni anno, in questa edizione ha presentato i seguenti interventi:...

14 settembre 2018

@CULT at European BIBFRAME Workshop 2018

  L'obiettivo dell'European BIBFRAME Workshop 2018 è quello di essere un forum per condividere le...

2 luglio 2018

@CULT E IL PROGETTO FOLIO

Tomorrow's library management software will be flexible, modular, extensible, and affordable Un articolo/intervista davvero esplicativo,...

17 aprile 2018

Consenso informato / Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

  ATTENZIONE! Il 25 Maggio 2018 entrerà pienamente in vigore il GDPR (General Data Protection...

Case History

9 gennaio 2017

Il nuovo OLISuite per la gestione dei record in RDA

    OLISuite, sviluppato per la gestione dell’intero flusso operativo di biblioteche e archivi, in linea con le evoluzioni del...

17 settembre 2015

RDA in pratica, Linee guida e tecnologie per gli ILS di nuova generazione

Il 27 maggio scorso, in Sala Comparetti dell’Università di Firenze, si è svolto il seminario “RDA in pratica, Linee guida...

19 febbraio 2015

OLISuite e l’innovativo standard RDA

OLISuite è l’LMS sviluppato da @CULT per la gestione dell’intero flusso operativo di biblioteche e archivi: dalla selezione del materiale,...

5 gennaio 2015

OseeGenius + FRBR

Il nuovo componente OseeGenius-FRBR consente agli OPAC e ai discovery tool di arricchirsi di uno strato informativo prodotto e pubblicato...

Secured By miniOrange